Lorenzo Giovannelli Campione italiano Wave 2011

Dopo essersi aggiudicato il titolo di Campione Italiano RACE assoluto ,Lorenzo Giovannelli si laurea nel 2011 anche Campione Italiano WAVE

Con il termine del waiting period della seconda tappa a Chia, la classifica del campionato viene stilata sulla base della gara disputata a Torvaianica,
il WAVECONTEST KTSURFING.IT

Più di 60 atleti a darsi battaglia vedono vincitore l’atleta romano della UC Distribution Lorenzo Giovannelli (Slingshot/Mystic/Minoia Board Co.)

Queste le sue parole dopo la vittoria a Roma:

“Devo premettere che siamo riusciti a trovare delle condizioni che per le nostre coste sono a dir poco incredibili, ulteriore successo della manifestazione è stato l’alto numero dei partecipanti che mi ha reso veramente felice per la gara e per questo sport che anche a livello agonistico sta prendendo sempre più piede.

La giornata di venerdi è stata interamente dedicata alle qualifiche e l’ ho sfruttata per rimettere i piedi nel mio nuovo tirant 6″1 e riprendere un pochino il piede.

Devo dire che per un regular come me dovere affrontare una gara in goofi mi spaventava, ma tutto è andato per il meglio!!!

Questa mattina le condizioni erano incerte e il vento non si decideva ad entrare, anche se le carte davano il cosiddetto “maracanà”, la direzione era molto da terra con raffiche fino a 25 nodi ma il mare continuava a crescere raggiungendo i 3 metri e regalandoci bei set.

Verso le 13 sono iniziate le prime heat del main event, la scelta dell’ala era molto importante perchè spesso il vento moriva e in altri momenti raggiungeva più di 20 nodi, era molto importante riuscire sempre a ritornare al picco ma d’altra parte serviva un’ala veloce e non troppo piena… dopo una lunga riflessione ho fatto la mia scelta, 10 RPM e Tirant 6″1.

Di certo non posso pentirmene anche se all’inizio non riuscivo a tenere i piedi a terra, l’ala anche in queste condizioni si è comportata da dieci e lode… quando la raffica scendeva il kite mi permetteva comunque di entrare radicale e veloce sull’onda senza mai perdere la trazione.
il vero stupore l’ ho avuto quando mi sono ritrovato dentro il cavo delle onde con più di 25 nodi…. è bastato alzare un pò l’ala scaricare la barra e impostare la curva, il kite diventava neutro per poi ridare la giusta potenza nel momento del cutback…. INCREDIBILE!!!!

Sembrava di avere un sei tra le mani che si trasformava in un dieci nel momento de bisogno.

Sono riuscito a dare il massimo scegliendo le onde più alte e lanciando il mio Tirant il più veloce e verticale possibile e questo mi ha premiato.

Vorrei ringraziare i miei sponsor, Slingshot, Mystic e Minoia Store che come al solito hanno creduto in me e mi hanno sostenuto.
Un saluto a tutti e buon vento”

Alcuni scatti della gara romana :